Materiali

M A T E R I A L I 

I nostri materiali:

LATTICE

Il lattice è un’emulsione di aspetto lattiginoso e consistenza collosa costituito da sostanze gommate, generalmente di colore bianco, raramente giallo, arancio o rossastro, si trova in determinate cellule (i laticiferi) di numerose piante superiori (euphorbiaceae, papaveraceae, moraceae, composite asteraceae, ecc…).
Il lattice possiede straordinarie e naturali caratteristiche antibatteriche, è in assoluto il materiale naturale più elastico che si conosca. Fondamentale caratteristica è la naturale ed istantanea capacità di riassumere la forma originale quantunqe sottoposto a pressione o allungamento; per tale ragione è il miglior materiale per la produzione dei guanti monouso da esaminazione. Queste straordinarie capacità si riscontrano solo nella pelle umana.

NITRILE

La gomma nitrilica è una gomma sintetica ottenuta dalla copolimerizzazione dell’acrilonitrile con il butadiene, deve le sue caratteristiche elastiche all’essere composta da molecole di elevatissima lunghezza, le quali a riposo sono ripiegate su loro stesse e sono capaci di distendersi se sottoposte a trazione, per poi riprendere la configurazione originaria al cessare della sollecitazione.
La gomma nitrilica mostra elevata resistenza all’azione degli idrocarburi alifatici (meno agli aromatici) dei solventi non polari, degli oli e dei grassi e resiste a temperature elevate anche fino a 160°C; è sensibile all’ossidazione.

VINILE

Il cloruro di polivinile, noto anche come polivinilcloruro o con la corrispondente sigla PVC, è il polimero più importante della serie ottenuta da monomerici vinilici ed è una delle materie plastiche di maggior consumo al mondo.
Il vinile puro è un materiale rigido; deve la sua versatilità applicativa alla possibilità di essere miscelato anche in proporzioni elevate a prodotti plastificanti, quali ad esempio gli esteri dell’acido ftalico, che lo rendono flessibile e modellabile. Viene considerato stabile e sicuro nelle applicazioni tecnologiche a temperatura ambiente.

PLP

Il polipropilene è una resina termoplastica ottenuta dalla polimerizzazione del propilene. Le catene molecolari di questo polimero si presentano allungate ed allineate l’una vicina all’altra sullo stesso asse.
Le caratteristiche essenziali del polipropilene sono: elevata rigidità e durezza, idrorepellenza, resistenza a temperature sia alte che basse, morbidezza al tatto.

SMS

Speciale tessuto non tessuto composto da tre strati differenti di polipropilene (Spunbond+Meltblown+Spunbond).
L’SMS ha un’ottima resistenza meccanica associata ad un efficiente potere traspirante ed una resistenza microbiologica alla permeazione di particelle e schizzi.
Con l’aggiunta di additivi consente inoltre la dissipazione delle cariche elettrostatiche superficiali.

LAMINATO

Speciale tessuto non tessuto ottenuto dall’accoppiatura di due materiali: uno strato interno di polipropilene ed uno strato esterno realizzato in film di polietilene. E’ un materiale leggero e traspirante, adatto anche in ambienti ad alte temperature.
L’abbinamento dei due materiali garantisce un’efficace barriera protettiva contro la penetrazione di agenti chimici, liquidi e biologici e consente inoltre la dissipazione delle cariche elettrostatiche superficiali.

PE

Il polietilene è una resina termoplastica. E’ il più semplice dei polimeri sintetici nonchè il più comune fra le materie plastiche; viene spesso indicato con la sigla “PE”. In base alla distribuzione dei pesi molecolari e al grado di ramificazione si ottengono tipi di polietilene con proprietà ed usi differenti:
• Polietilene a bassa densità (LDPE) o (PEBD): più ramificato rispetto all’HDPE, è un materiale più duttile e meno rigido. E’ inoltre apprezzato per la sua flessibilità e l’elevata resistenza all’urto.
• Polietilene ad alta densità (HDPE) o (PEAD): le caratteristiche salienti rispetto al PE a bassa densità sono: elevata rigidità, durezza e maggiore resistenza al calore.
E’ caratterizzato da ottime proprietà isolanti di stabilità chimica. E’ un materiale molto versatile ed inoltre è una delle materie plastiche più economiche.

CPE

Il polietilene clorurato (CPE) è ottenuto dal polietilene ad alta densità sottoposto ad una lavorazione con il cloro, il quale risulta essere un ottimo modificatore delle plastiche.
Il CPE è una plastica speciale con buone proprietà di invecchiamento e resistenza..

Legenda: